in

Opel Astra Coupè OPC x-treme: figlia del DTM

20 anni fa Opel presentò una spettacolare evoluzione di Astra Coupè con motore V8 a 32 valvole di 4,0 litri di cilindrata e capace di sfrecciare da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi

Circa la metà delle componenti della versione da corsa erano state modificate o riprogettate in funzione dell’impiego stradale della vettura. La carrozzeria era stata resa più armoniosa arrotondando il frontale e la coda, ammorbidendo gli elementi di transizione della carrozzeria, adottando ruote da 20 pollici con fermo centrale realizzate su progetto della stessa OPC ed un’originale colorazione rosso brillante studiata appositamente per la X-Treme. I rivestimenti interni in Alcantara, le finiture in alluminio satinato e i molti dettagli realizzati a mano che si trovavano all’interno della vettura combinavano un carattere sportivo con un’aria molto tecnologica. In particolare, i sedili con cinture di sicurezza a 5 punti avevano gusci di carbonio rinforzato come quelli della versione che correva nel DTM, pur essendo molto più confortevoli visto che era destinati ad accogliere normali guidatori e non piloti.